Bokeh nitido, duro, swirly, su lenti economiche da 50-58mm per l’uso su EVIL: una serie di spunti

Allora, questo post nasce per due ragioni:
– mi è stata fatta una precisa richiesta da un gentilissimo utente via mail, con le sopracitate condizioni;
– ogni tanto – straordinariamente – qualcuno sui forum si chiede che fine abbia fatto, se sia morto, deperito, depauperato, indementito, quasi invariabilmente in thread dove si parla di lenti luminose e temi affini: a queste domande posso già rispondere: non ancora.

Questo è il messaggio che mi ha convinto a spendere una piacevole ora a cercare di scrivere qualcosa di utile per me e – spero – per altri insani che trovano nelle vecchie lenti in grado di produrre sfocati dalle caratteristiche non convenzionali un mezzo per vedere, pensare, creare oniriche immagini di mondi inesistenti: strumenti di trasfigurazione che possono rivelare quell’impercettibile e impermanente poesia che può nascondersi in una scena mondana.

[…]
Premesso questo ero alla ricerca di qualche ottica con “carattere”, qualche ottica manuale da adattare alla xe1 che abbia quei “difetti” non corretti e mi sono imbattuto in un tuo intervento qui nel forum dove postavi le varie caratteristiche delle ottiche vintage…..

La mia domanda è : nel caso tu abbia la xe1 e volessi montare un’ottica con lunghezza focale circa di 80-90 mm effettivi (quindi un 50-58 mm) che abbia uno sfocato duro tipo “Swirly” bokeh nitido a TA o chiudendo poco cosa prenderesti?
magari uno con un buon rapporto qualità prezzo…..
quindi no Leica (che adoro dalle immagini postate ma mai usati… purtroppo) altrimenti il conto corrente piange!

[…]

e la risposta..

Un 50-60mm che sia vistosamente swirly a TA ma dignitosamente nitido, richiede sì di andare indietro negli anni, giusto un qualche decennio. Dalla tua hai un sistema – il Fuji – che ti permette di adattare praticamente qualsiasi vetro, visto il tiraggio minimo. Al tempo stesso, tuttavia, limiterà le caratteristiche “anomale” del bokeh, per via del sensore APS-C che campionerà solo la porzione centrale del frame.

Come sempre, la ricerca di vetri dotati di caratteristiche (o difetti, se preferisci) peculiari può dare assuefazione, quindi come sempre sono consigliabili moderazione e senso di autocontrollo per evitare di dover spiegare alla propria moglie perchè la casa è ipotecata e perchè non ci sono più soldi per pagare la retta della scuola del proprio figliolo.. :fwink:

Allora, per uno sfocato duro, mi rivolgerei alla famiglia Olympus OM, specie il 55 f/1.2, mentre più convenzionali – e comuni – sono i 50/1.4 Zeiss (per Contax o ZE/ZF).

55 OM

50 ZE

Molto interessante, anche se non esattamente economico, il Revuenon 55 f/1.2. Esiste un’ampia scelta di superluminosi asiatici per il fotoamatore impoverito, spesso con attacco M42, che fanno proprio al caso tuo: essendo realizzati con budget limitati, non sono corretti otticamente e con MTF stellari come i vari Canon/Nikon/Leica moderni, e proprio per questo mostrano sfocati spesso spettacolari.



E anche questo Minolta MC Rokkor 50 f/1.7, piacevolmente vorticoso ma senza scadere in fastidiosi eccessi.


La famiglia dei Meyer Optik (58/1.9 Primoplan e 100/2.8 Trioplan) merita una menzione a sè stante: generano un bokeh con chiaro outlining, durissimo ma uniforme, inondando di pennellate gli spazi fuori fuoco, che risultano di rara bellezza pittorica. Spettacolari con gli sfondi naturali.

58 Primoplan


100 Trioplan


Per finire, un altro grande classico, l’Helios 40-2 85/1.5, forse uno dei più abbordabili tra quelli citati (ma un po’ oltre la focale che vorresti montare).



… e stavo per dimenticare l’Helios 44-2 58/2, fratello minore del 40-2.


Non ho incluso lenti Petzval che, benchè tendano a creare i più efficaci effetti di swirl, richiedono formati ben maggiori dell’APS-C, idealmente il grande formato.

Nella speranza che questa breve lista di spunti e suggerimenti possa essere utile anche ad altri, e che altri vogliano contribuire su questo tema non sufficientemente discusso di questi tempi, vado a farmi un caffè.

Le foto in questo post NON sono di mia proprietà, sono state trovate grazie a una semplice ricerca con google immagini e tutti i diritti sono riservati ai rispettivi proprietari.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...