Scanner per film 35mm: Epson V600 vs Reflecta Proscan 7200

Il processo di formazione dell’immagine fotografica nasce a partire dalle scelta del soggetto, della tecnica di ripresa, illuminazione e così via del sistema da utilizzare, della lente, di diaframmi, tempi, ecc.. fino al rilascio dell’otturatore.  Nel caso della fotografia analogica, entrano in gioco alcune variabili aggiuntive: la pellicola utilizzata, lo sviluppo e – opzionalmente – la scansione. Oggi vorrei occuparmi proprio di quest’ultima visto che, in quanto fase ultima del processo di acquisizione dell’immagine, può incidere sensibilmente sulla qualità del risultato finale. Nonostante non rientri nel tradizionale rito che dalla camera oscura porta alla stampa, oggi molti fotografi scelgono di digitalizzare i negativi di modo da poterne fruire in maniera più versatile, anche grazie alla diffusione di apparecchi per la scansione dal prezzo particolarmente abbordabile.

Questo breve articolo si pone l’obiettivo di illustrare la differete resa tra due scanner di fascia media tra i più diffusi tra i fotoamatori: uno scanner piano in grado di lavorare sia con pellicole 35mm, che medio formato (120), l’Epson V600 (200€), e uno dedicato solamente al 35mm, il Reflecta Proscan 7200 (300€).

Entrambi possiedono vantaggi e svantaggi peculiari:  l’Epson è voluminoso, ben costruito, può coprire con una sola corsa fino a dodici fotogrammi 35mm oppure tre 6×6,  e vanta una risoluzione teorica massima di 6400dpi, ma la nitidezza reale non sempre rispecchia l’astronomico numero di pixel generati. Il Reflecta al contrario è compatto, anche se non altrettanto ben rifinito, e può scansionare solo un fotogramma per volta, con avanzamento manuale del porta-pellicola (contenente una striscia da sei). La risoluzione è di “soli” 3200dpi, ma il file generato è quasi sempre più croccante, dettagliato, pulito. Entrambi sono dotati di pulizia agli infrarossi (IR) per eliminare graffi e polvere.

Ma per mettere in luce le differenze e giustificare tali affermazioni, ecco un paio d’esempi pratici: esattamente lo stesso negativo bw (Ilford FP4), digitalizzato con entrambe le macchine tramite Vuescan 9, e ricampionato in PS CS4 per livellare la risoluzione al pari del Reflecta (che, purchè meno estremo dell’Epson, produce comunque rispettabilissimi file da 16mpx).

Proscan 7200

Leica M6TTL 0.85, 50/1.1 Nokton, Ilford FP4, Reflecta Proscan 7200

Epson V600

Leica M6TTL 0.85, 50/1.1 Nokton, Ilford FP4, Epson V600

crop 100% Epson vs Reflecta, man
crop 100% Epson vs Reflecta, girl

Proscan 7200

Leica M6TTL 0.85, 50/1.1 Nokton, Ilford FP4, Reflecta Proscan 7200

Epson V600

Leica M6TTL 0.85, 50/1.1 Nokton, Ilford FP4, Epson V600

crop 100%
Crop 100%

E’ evidente come il Reflecta sia più definito e risolva più dettagli fini, oltre ad essere maggiormente efficace nel penetrare ombre ed alte luci, che risultano meglio leggibili. Tuttavia questo aspetto è  specialmente valutabile in scatti più estremi, con forte recupero di aree sotto/sovraesposte, oppure scansionando diapositive. Da notare come i 3200dpi del Proscan siano più risolventi dei 6400 del V600, mostrando la difficoltà degli scanner piani sul piccolo formato. Soprattutto, il Reflecta riesce a mantenere una grana naturale, piacevole, la quale il più delle volte viene spianata dall’Epson.

In conclusione, se si possiede solo un sistema 35mm dai cui scatti è necessario produrre acquisizioni di alta qualità, tali da poter essere stampate anche da file digitale, i vantaggi di uno scanner dedicato sono lapalissiani e valgono l’esborso extra rispetto a un apparecchio convenzionale. Viceversa, chi sfrutta anche il formato 120, oppure solamente il 35mm, ma con limitate esigenze, quali la pubblicazione sul web o la creazione di “provini” digitali per la cernita delle foto,  non ha che da scegliere tra i molti scanner piani per film disponibili sul mercato, dai più economici, a quelli professionali, come il V750 Pro.

Tengo a precisare che sul formato medio (pellicola 120), l’Epson V600 produce risultati eccezionali,  generando file da oltre 120Mpx a partire da un negativo 6×6 e perdendo quei difetti che lo penalizzano su 35mm.

Monterosso

Hasselblad 501c/m, 80 f/2.8 CF Planar, Fuji Acros 100. Riomaggiore, Cinque Terre.

Morteratsch

Hasselblad 501c/m, 150 f/4 CF Sonnar, Fuji Acros 100. Ghiacciaio del Morteratsch, Svizzera.

I dati di scatto sono riportati sotto ogni foto. Tutte le immagini sono state scansionate con  il software Vuescan 9. On Flickr

© Gabriele Casirati, All rights reserved. All photographic images are the property of Gabriele Casirati unless stated otherwise and may not be used in any way without the written consent of the author.

4 pensieri su “Scanner per film 35mm: Epson V600 vs Reflecta Proscan 7200

  1. Nicer Dicer Plus Manual Pdf

    Simply want to say your article is as astonishing. The clarity in
    your post is simply cool and i could assume you are an expert on this subject.
    Well with your permission allow me to grab your RSS feed
    to keep up to date with forthcoming post. Thanks a million and please continue the gratifying work.

    Rispondi
  2. Silvia

    Ciao Gabriele, grazie per il tuo articolo e per le scansioni che valgono più di mille parole. A leggere le descrizioni e recensioni degli scanner è molto difficile scegliere cosa acquistare e cosa fa al caso nostro, ma il tuo articolo chiarisce molti dubbi!
    Volevo chiederti cosa ne pensi, se l’hai testato, dello scanner Rollei PDF-S 330 Pro e fino a che dimensioni di stampa si può arrivare con il Reflecta 7200. Da qualche tempo scatto in b/n a medio formato ma non avendo la possibilità di allestire una camera oscura per la stampa, sono orientata a sviluppare i rullini da me e poi scansionarli e “lavorarli” al pc.
    Silvia

    Rispondi
    1. gcasirati Autore articolo

      Intanto, grazie per l’apprezzamento.
      Purtroppo non ho avuto occasione di testare il Rollei che citi, quindi non posso darti consigli in merito.
      Riguardo la stampa da file con le scansioni del Reflecta, direi che puoi ottenere risultati paragonabili a quelli di scatti digitali da 12-16Mpx. Tuttavia, visto che parliamo di pellicola, ti sconsiglio vivamente di seguire questa via: informati sui laboratori nella tua zona che stampano ancora da negativo, i risultati finali non sono paragonabili. Anche se non puoi procurarti un ingranditore e il materiale necessario, sarebbe un peccato perdere o alterare la resa tonale e la gamma dinamica della pellicola con l’uso di uno scanner: sono proprio la qualità e la purezza del processo di stampa analogico a fare la differenza.
      Gabriele

      Rispondi
  3. Fabri

    Ciao Gabriele,
    grazie per il tuo articolo.
    Volevo porti qualche domanda, ed integrare il tuo articolo, dato che mi trovo nella condizione di lavorare sia con pellicole 120, sia 135, entrambi soprattutto a colore (il più delle volte negativo). Credo che la differenza tra i vari scanner divenga piuttosto chiara quando devono rendere, oltre ai contrasti, anche saturazioni, fedeltà e tonalità come nelle pellicole a colori.
    Attualmente mi muovo con un Epson v700 con il quale ho avuto buoni risultati sul 120 mentre scadenti sul 135 (colori spenti, tonalità imprecise, bassa risoluzione).
    Inizialmente pensavo di orientarmi verso uno scanner sia 120 che 135 di livello professionale (come il reflecta mf 5000) ma i risultati, ed il prezzo, non giustificano il passaggio (per il 120mm) dal V700 al MF5000 (certo c’è un miglioramento). C’è eventualmente il PLUSTEK Opticfilm 120 ma parliamo di cifre molto alte (2000 euri).
    Perciò la scelta migliore al momento sembra esser quella di lavorar separatamente il 120mm sul V700 mentre per il piccolo formato comprare uno scanner dedicato, di alto livello, come il Reflecta RPS 7200 pro o il Plustek Opticfilm OF8200i Ai (consigli?)
    Sarebbe interessante poter valutare gli scanner con pellicole a colori.

    Rispondi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...